App per le emergenze? Ripartiamo superando i confini europei con PEMEA

Più volte ho espresso il mio parere e le criticità sullo sviluppo e utilizzo di applicazioni per smartphone per le emergenze: non sempre sono user friendly, hanno bisogno di wifi o rete 3G per funzionare, in più sono spesso vincolate ad estensioni territoriali, per esempio funzionano per un Comune, una Provincia o una Regione, perdendo così la loro funzione di servizio per chi viaggia o si sposta spesso. [Qui il mio articolo su Emergenza 2.0 dedicato alle app di emergenza].

Per superare quest’ultimo problema e andare oltre i confini dei singoli paesi dell’Unione Europea è in corso un interessante progetto promosso da EENA, l’associazione europea del 112. Ad oggi una app di emergenza può essere utilizzata in Italia ma non in Spagna e viceversa, per chi viaggia, quindi, è necessario scaricare più app diverse o rinunciare ad avere sul proprio smartphone una app dedicata alla richiesta di aiuto  o per chiamare i soccorsi.

In questo contesto si inserisce il progetto PEMEA che, tradotto, è la app mobile panaeuropea di emergenza. Si tratta di una architettura tecnica che permette alle applicazione di emergenza di interconnettersi tra loro. In questo modo una app di un paese può essere operativa in tutti gli altri paesi europei. Ci basterà, così, avere installata una sola app (anche solo quella del nostro paese di residenza) per sfruttarne le funzioni e utilizzarla in qualunque città dell’Unione Europea ci troviamo.

Questo progetto è stato lanciato lo scorso 11 settembre a Madrid e vi invito a seguirne gli sviluppi su Twitter con l’hashtag #PEMEA e io, alle stesso modo, mi impegnerò a raccontarvi, in questo spazio, i prossimi passi che farà PEMEA.

Fortunatamente c’è anche un po’ d’Italia nel progetto con l’app 112 Where Are You, l’applicazione che permette di chiamare il Numero di Emergenza Europeo 112, dove il servizio è presente, inviando automaticamente i dati di localizzazione e le altre informazioni che condivise con l’app, sviluppata da Areu.

Qui di seguito l’elenco completo delle applicazioni che si sono candidate e ora fanno parte del progetto PEMEA:

  • The Zachranka App, Repubblica Ceca
  • mySTART+, Francia
  • 112 Suomi, Finlandia
  • 112 Where Are You, Italia
  • Smart 112 Mobile, Monaco
  • 112 App NL, Paesi Bassi
  • Emergency App from the University of Ljubljana, Slovenia
  • SOS Deiak, Basque Country, Spagna
  • 112 Región de Murcia , Murcia, Spagna
  • My 112, Spagna
  • Omnitor App, Svezia
  • SOS Alarm, Svezia

Foto credit: EENA

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *