Un garante per il territorio

Terremoto del 1980: distruzione a LioniLo scorso 23 novembre è ricorso l’anniversario del terremoto in Irpinia e Basilicata del 1980, il terremoto più disastroso in Italia degli ultimi 100 anni. Circa 3000 morti, centinaia di località distrutte, una ricostruzione lenta e difficoltosa, costi per la comunità nazionale di oltre 50.000.000.000 euro di oggi. Continua a leggere

Ad Amatrice, un anno dopo

Non ero mai stato ad Amatrice dopo il terremoto del 24 agosto 2016. Nonostante fossi coinvolto nell’emergenza come tantissimi colleghi dell’INGV, non dovevo svolgere attività di campagna per la raccolta di dati necessari alle analisi dell’evento. Ho anche resistito alla tentazione di andare a “vedere il terremoto”, che comunque per chi fa il mio lavoro è essenziale per capire cosa succede quando si verifica un evento così grande. Per rispetto di chi ha subito il terremoto sulla propria pelle, e sta ancora soffrendo dopo oltre un anno, mi sono tenuto lontano. Continua a leggere

La Notte Europea dei Ricercatori

Lo stand INGV a Lucca per la Notte Europea dei Ricercatori (foto tratta dal profilo Twitter di @IMTLucca)

Venerdì 29 settembre si è svolta in molte città europee la Notte dei Ricercatori. Questa iniziativa si svolge da diversi anni e nel 2017 hanno partecipato oltre 300 città di 30 nazioni.

Lo scopo è quello di aprire i laboratori scientifici alla popolazione o di riempire le piazze con attività, esperimenti, giochi e mostrare in cosa consiste la ricerca scientifica, quali sono le applicazioni pratiche nella vita di tutti i giorni o per il miglioramento della stessa. Per fare un esempio banale, sappiamo tutti come Internet sia nata nei laboratori di ricerca per favorire lo scambio di informazioni e dei risultati degli esperimenti tra scienziati sparsi in tutto il mondo e poi sia diventata la più grossa rivoluzione della nostra vita degli ultimi decenni, senza la quale, tra l’altro, io non sarei qui a scrivere questo post. Continua a leggere

Italia Paese Sismico, perché questo blog?

Mi presento. Sono un geologo che ormai da 30 anni (prima al CNR, poi all’Università di Pisa, dal 2003 all’INGV) si occupa di terremoti sotto vari aspetti: sismotettonica (studiare i terremoti in relazione alle strutture geologiche che li producono), sismologia storica (studiare i terremoti del passato per comprendere quelli del futuro), pericolosità sismica (realizzare dei modelli predittivi che aiutino a pianificare e costruire edifici sicuri), rischio sismico (capire quante vittime e quanti danni potremmo ancora contare con i prossimi terremoti). Continua a leggere